Bambini di cristallo

Buongiorno cari Lettori,
e bentrovati tutti. Questa mattina ho pronta per voi la recensione di un libro per ragazzi che avevo adocchiato qualche tempo fa in biblioteca ma che non ero proprio sicura di voler leggere fino a quando la mia bambina più grande, in cerca di qualcosa di interessante ha scelto proprio il libro della Ohlsson terminandolo a tempo di record. Questa è stata la molla che mi ha spinta a cimentarmi nella sua lettura e devo dire che sono molto molto soddisfatta della scelta 🙂

Bambini di cristallo
di Kristina Ohlsson

bambini di cristalloDescrizione
A Billie non piace affatto la nuova casa in cui si è trasferita con sua madre. Mobili tarlati e oggetti polverosi, resti spettrali dei precedenti inquilini, riempiono la vecchia abitazione, la vernice si scrosta dai muri e ovunque c’è un odore particolare, come se nessuno la abitasse da parecchio tempo. Ma non solo: strane cose accadono, specialmente di notte, quando tutti dormono. Tutti tranne Billie che, con gli occhi sbarrati nell’oscurità, sente con crescente terrore inquietanti rumori sul tetto, e movimenti misteriosi che provengono dal piano di sotto. I vicini e la comunità locale stanno nascondendo qualcosa, un segreto sull’edificio e sul suo passato. Quando appaiono dal nulla due misteriose statuette di cristallo il mistero si infittisce, ma la madre di Billie pensa che si tratti solo di fantasie della figlia e del suo nuovo amico Aladdin. Così i due ragazzi si troveranno a fare i conti da soli con la tragica storia della casa…

Recensione
Essere una ragazzina che ha perso il papà non è facile, ma essere una ragazzina che dopo averlo perso a causa di una malattia fulminante deve trasferirsi in una casa nuova lontana dal suo vecchio nido, dai suoi ricordi e dai suoi amici è ancora peggio. Lo sa Billie che vede la sua vita stravolta nuovamente dopo che sua madre ha deciso di andare a vivere in un luogo che la giovane protagonista dovrà imparare a conoscere.
Peccato che nella nuova abitazione accadano fatti inquietanti, lampadari che si muovono da soli, rumori sinistri ed un passato misterioso legato alla casa stessa.

Billie, assieme al suo nuovo amico Aladdin e alla vecchia amica Simona, comincerà ad indagare per cercare di svelare il segreto nascosto dalla casa ma soprattutto capire chi siano i bambini di vetro di cui si sussurra.

Sembra proprio una trama da Piccoli brividi vero? Eh gia, il mistero è dietro l’angolo ma oltre a questo il romanzo ha una chiave di lettura molto stimolante e educativa per i ragazzi che decideranno di leggerlo. L’autrice, grazie alle descrizioni semplici ed ai dialoghi pre-adolescenziali riesce a mostrare quanto sia dura per una ragazzina di quella età cambiare così radicalmente modo di vivere. L’attenzione è costante perchè c’è la voglia di capire cosa si nasconde dietro il mistero così mi sono ritrovata, allo stesso modo in cui è successo a mia figlia, a macinare pagine su pagine perchè Billie è adorabile, Aladdin estremamente carino e la storia molto coinvolgente.
Quindi cari Lettori all’ascolto se avete bambini dai 10 anni in su e se come me amati i libri per ragazzi, Bambini di Cristallo è il libro perfetto per voi!

Chicca

 

Precedente L'estate che ammazzarono Efisia Caddozzu Successivo W...w...w Wednesday #11

6 thoughts on “Bambini di cristallo

  1. Cecilia Attanasio il said:

    Sembra molto carino ma non ho mai amato particolarmente i Piccoli Brividi… Forse questa volta passo. Ciao Chicca, buona giornata!

    • librintavola il said:

      mi credi se ti dico di non averli mai letti i piccoli brividi? però in questo libro la trama e la suspance li ricordano 🙂

Lascia un commento

*