Fiore di fulmine

Fiore di fulmine
di Vanessa Roggeri

fiore di fulmineDescrizione
È quasi sera quando all’improvviso il cielo si fa livido, mentre enormi nuvole nere galoppano a oscurare gli ultimi raggi di sole. Da sempre, la prima cosa da fare è rintanarsi in casa, coprire gli specchi e pregare che il temporale svanisca presto. Eppure la piccola Nora, undici anni e il coraggio più scellerato che la gente di Monte Narba abbia mai conosciuto, non ha nessuna intenzione di mettersi al riparo. Nora vuole sfidare il vento che soffia sempre più forte e correre sulla cima della collina. È appena arrivata sotto una grande quercia quando un fulmine la colpisce sbalzandola lontano, esanime. Per tutto il piccolo villaggio sardo dove è cresciuta, la bambina è morta. Ma non è quello il suo destino. Nora riapre i suoi enormi occhi verdi, torna alla vita. Il fulmine le ha lasciato il segno di un fiore rosso sulla pelle bianca e la capacità di vedere quello che gli altri non vedono. Nella sua famiglia nessuno la riconosce più. Non sua madre, con cui amava ricamare la sera alla luce fioca di una candela, né i suoi fratelli, adorati compagni di scorribande nei boschi. C’è un nome per quelle come lei, “bidemortos”, coloro che vedono i morti, e tutti ne hanno paura. Nel piccolo paese non c’è più posto per lei. La sua nuova casa è Cagliari, in un istituto per orfanelle, dove Nora chiude la sua anima in un guscio di dolore, mentre aspetta invano che qualcuno venga a prenderla.

Recensione
La prima volta che la piccola Nora è morta aveva 11 anni e fino ad allora la sua vita scorreva tranquilla nel paesino sardo di Monte Narba, assieme ad una madre che le insegnava a ricamare e ai suoi tre fratelli compagni di gioco.
Ma quel giorno in cui un fulmine l’ha colpita tutto è cambiato lasciando un marchio indelebile sul suo corpo, quel fiore rosso vivo sulla pelle di latte che ha prosciugato tutte le sue lacrime e l’ha trasformata in una bidemortos, una persona che vede le anime dei morti.

Irriconoscibile agli occhi di sua madre, viene portata via da Monte Narba alla volta di Cagliari dove vivrà per i successivi 9 anni in un convento di suore prima di essere scelta da Donna Trinez, una nobile del luogo, come sua nuova serva almeno in apparenza, perchè la dote di Nora non è sfuggita alla nobildonna che pone in lei la speranza di riuscire a capire cosa sia davvero accaduto tra le mura della sua incantevole casa.

Ho provato e riprovato a buttar giu i miei pensieri sul romanzo molte volte, ma inevitabilmente cancellavo tutte le parole perchè nulla di ciò che scrivevo riusciva ad esprimere in modo corretto ciò che volevo dire.
Fiore di fulmine è un libro splendido, forse uno dei libri più belli letti da me in questa prima parte del 2015. Scritto con maestria mi ha trasportata nella casa di Donna Trinez accanto ai suoi abitanti e a quella incantevole giovane donna che è Nora Musa.
Una ragazza coraggiosa che affronta con piglio sicuro quello che il destino le ha riservato.
Un racconto che si dirama sapientemente attraverso le stanze di una grande casa che racchiude segreti nascosti, una trama fitta di sentimenti ed emozioni come uno di quei ricami preziosi che Nora imbastisce per la sua padrona.
fiore di fulmine chiaveE’ incredibile quanto l’autrice sia stata brava nel tracciare il profilo dei personaggi che ruotano attorno alla protagonista, attraverso gesti, espressioni e pochissime parole è stata capace di delineare perfettamente l’essenza di tutti loro.
Alcuni passaggi sono talmente intensi che ho sentito l’esigenza di rileggerli più volte per poterli interiorizzare per bene; uno fra tutti l’incontro tra Nora e Giaime nel sottotetto della casa.

Vanessa Roggeri è stata per me una scoperta di enorme valore e davvero non vedo l’ora di poter mettere mano ad un’altra delle sue creazioni di cui ho sentito tanto parlare Il cuore selvatico del ginepro, quindi mie cari lettori che dire, tuffatevi nelle atmosfere della Sardegna di inizi ‘900, ne resterete abbagliati come è accaduto alla sottoscritta.

Chicca

Precedente La vetrina degli scrittori #3 Successivo W…w…w Wednesday #13

7 commenti su “Fiore di fulmine

  1. Ciao, sono capitata sul tuo blog per caso e subito mi sono sentita a casa. Perché? Anche io sono una mamma, anche io oltre i libri la cucina è la mia seconda passione, quindi che dire sicuramente ti seguirò con piacere. Inoltre complimenti per la recensione “Fiore di fulmine” è uno dei miei prossimi libri e non vedo l’ ora di leggerlo!!!! Un bacio Rosa.

    • librintavola il said:

      ciao Rosa e benvenuta, ero gia passata dalle tue parti e ti avevo lasciato un commento tra i blog che segui. se può interessarti ho indetto un giveaway che terminerò questa settimana, sei ancora in tempo per partecipare. a presto
      Chicca

    • librintavola il said:

      Tessa ho amato ogni parola di questo libro, e ti assicuro non vedo l’ora di riuscire a leggere anche il primo romanzo scritto da questa bravissima scrittrice!

Lascia un commento

*