Il bacio d’acciaio

Il bacio d’acciaio
di Jeffery Deaver

I thriller sono il mio primo amore, io leggo di tutto ma per questo genere di romanzi ho sempre avuto un debole. Posso avere dei momenti in cui prediligo romanzi rosa perchè ho bisogno di totale evasione, oppure dei momenti in cui ho necessità di un fantasy che mi trasporti in mondi alternativi, ma non ce n’è quando mi trovo davanti ad un Deaver o un Patterson non riesco a resistere devo leggerlo! Così quando ho adocchiato la nuova avventura dei miei amatissimi Lincoln ed Amelia mi ci sono buttata senza nemmeno pensarci un attimo.
il bacio d acciaioDescrizione
Amelia Sachs è sulle tracce di un killer. Lo ha individuato, anche se ancora non ne conosce l’identità, e lo sta cercando in un affollato centro commerciale di Brooklyn. Pochi, pochissimi istanti prima che la detective entri in azione, però, accade qualcosa: il pannello di una delle scale mobili cede improvvisamente, un uomo cade tra gli ingranaggi e muore stritolato dai denti metallici. Mentre Sachs si precipita in aiuto della vittima, il killer riesce a fuggire. Si è trattato davvero di una fatalità? Lincoln Rhyme, dimessosi dopo una missione andata storta, torna al lavoro nel tentativo di aiutare la famiglia della vittima a ottenere un risarcimento. Le indagini confluiranno però in un unico caso: un killer sabota i dispositivi di controllo di macchinari industriali ed elettrodomestici di uso comune, trasformandoli in armi letali. Come prevedere le prossime mosse dell’assassino? Mentre la conta delle vittime minaccia di aumentare, Sachs e Rhyme devono correre contro il tempo per svelare l’identità dell’uomo e scoprire quale sia il suo obiettivo ultimo. A coadiuvare la coppia di detective c’è anche Juliette Archer, affascinante tirocinante del celebre criminologo, come lui costretta su una sedia a rotelle. Con le sue intuizioni Juliette offrirà un contributo decisivo alla soluzione del caso.

Recensione
Amelia è arrabbiata, ce l’ha con Rhyme e con la sua decisione di lasciare l’incarico di consulente per dedicarsi ad altre attività che riguardano la sua specializzazione forense. Il clima tra i due è teso ma per una strana coincidenza si ritrovano nuovamente a lavorare fianco a fianco su di uno stesso caso.
Un uomo, dall’aspetto abbastanza particolare è il principale indiziato in una serie di crimini che vedono come vittime le persone più disparate e mentre Amelia cerca di individuarlo, Lincoln si affianca all’avvocato che segue la raccapricciante morte di una delle persone coinvolte.
Gli indizi non sembrano portare a nulla ed Amelia incolpa nemmeno troppo velatamente i tecnici di laboratorio che hanno svolto le analisi sugli oggetti toccati dal killer.
E mentre la Sachs è alle calcagna del sospettato, Rhyme con l’aiuto di Juliette Archer una tirocinante che lo segue nelle indagini cerca di scoprire dove e chi colpirà l’uomo.
Come sempre per il duo sarà una corsa contro il tempo.

Un Deaver un po’ appannato mi viene da dire riguardo questo romanzo che nonostante conservi tutti i canoni classici della sua scrittura non è abbastanza incisivo e intrigante come i precedenti volumi.
Alcune dinamiche sono abbastanza intuibili, colpo di scena finale incluso, ed ho purtroppo riscontrato un voler “allungare il brodo” con episodi che a mio avviso avrebbero potuto essere tralasciati tranquillamente.

Forse Il bacio d’acciaio non è l’opera più riuscita dello scrittore statunitense ma per gli appassionati del genere si lascia comunque leggere con piacere.

Bene cari Lettori, per oggi è tutto, alla prossima recensione.

Chicca

Precedente Scrivere è un mestiere pericoloso Successivo Ti ho incontrato quasi per caso

4 commenti su “Il bacio d’acciaio

  1. Rosa Campanile il said:

    Ciao Chicca! Anche io adoro il thriller – solo che lo leggo quando sono davvero davvero ispirata e nel mood giusto- ma sono molto pignola e non leggo tutti i thriller, devo trovare la storia che mi ispira per originalità e vado alla ricerca di un autore che sappia come si scrive un thriller. Per me il top è Karin Slaughter! Per questo ti dico che di Deaver non ho mai letto nulla, e sinceramente questo non mi ispira tantissimo >_<

    • librintavola il said:

      mi piace Karin Slaughter ho letto diversi suoi libri.
      di thriller in genere oltre che dall’autore mi faccio trasportare dall’istinto, li guardo e li scelgo insomma.
      Deaver a me piace molto lo seguo da tanti anni e gli sono molto affezionata.

  2. Beth Book il said:

    Ciao Chicca, come sai anche a me piacciono molto i gialli e i thriller, ma devo confessare che Deaver non l’ho mai letto perché sono sempre restia a iniziare serie tanto lunghe anche se i romanzo possono essere letti separatamente. Comunque potrei decidermi a provare con uno dei suoi romanzi più vecchi.

    • librintavola il said:

      ciao Isa, potresti provare con uno dei suoi thriller non di serie, come ad esempio La lacrima del diavolo, è un libro unico scritto nel suo stile inconfondibile 🙂 ne conservo un buon ricordo anche a distanza di anni dalla lettura.
      a presto

Lascia un commento

*