La posta del cuore della Senorita Leo

La posta del cuore della Senorita Leo
di Angeles Donate

Cari Lettori,
torno quest’oggi con una recensione che ha messo a dura prova la mia penna di blogger, perchè questa Senorita Leo è molto diversa da quella che mi ero immaginata!

Descrizione
Ogni sera, alla stessa ora, l’intero paese si ferma e si mette in ascolto davanti alla radio. Mentre nelle case si diffondono le prime note della sigla musicale, nel piccolo studio di calle Caspe, a Barcellona, cala il silenzio, una luce comincia a lampeggiare e due labbra dipinte di rosso si avvicinano al microfono per augurare la buona notte agli ascoltatori. Sono le labbra di Aurora, la presentatrice di uno dei programmi radiofonici più popolari nella Spagna degli anni settanta: “La posta della señorita Leo”. Quando Aurora inizia la sua collaborazione con la radio, non può certo immaginare quanto quel lavoro le cambierà la vita. Per molte persone la señorita Leo è una vera e propria ancora di salvezza, una confidente, un’amica via etere. Persone come Germán, un rappresentante di biancheria intima che ogni sera ascolta quella voce calda e rassicurante sognando di trovare l’amore; Sole, che non ha il coraggio di affrontare il marito violento; ed Elisa, un’adolescente solitaria e tormentata. Nelle lettere che riceve, Aurora trova sogni, speranze e paure, ma quando scopre che l’emittente censura la maggior parte delle missive perché il programma deve mantenere un tono frivolo e scanzonato, decide di fare di testa propria. Dopo anni di remissiva ubbidienza e anonimato, avrà una missione nella vita: salvare le lettere della gente comune e dare voce alle storie del cuore, che meritano tutte di essere ascoltate.

Recensione
Chi si nasconde dietro la voce dolce e pacata della Senorita Leo? Germàn se lo chiede ogni giorno, lui che ormai è innamorato di questa donna sconosciuta e che immagina in mille modi diversi.
In un’altra casa, alla stessa ora anche Sole, madre di quattro figli e moglie infelice ascolta rapita le lettere che Virtudes Leo legge, e trova così il coraggio di scriverle la sua storia, così come fa la giovane Elisa che affida la sua sofferenza nelle mani di questa donna che ogni giorno tiene compagnia a milioni di spagnoli in un periodo storico ricco di cambiamenti.

Ognuno di loro è legato all’altro grazie ad Aurora la donna nascosta nella radio, figura misteriosa e amata da tanti.
Ma chi è veramente Aurora e com’è la sua vita?

Vi siete mai trovati ad ascoltare una voce ed immaginare chi ci fosse dall’altro capo della radio?
A me è capitato molto spesso, sopratutto da ragazzina quando la radio era tale e non legata ai social, alla tv ed alla fama.

La Donate in questo dolce romanzo che ha il sapore di altri tempi, ci racconta storie di vita quotidiana destinate ad incrociarsi tra di loro e lo fa in modo pacato e gentile proprio come la protagonista del nostro racconto.
Inizialmente il romanzo mi ha destabilizzata, ero in conflitto con me stessa perchè non riuscivo ad entrare in sintonia con le scelte di Aurora, io e lei coetanee in anni così diversi da non comprenderci l’un l’altra. E probabilmente deleterie per me sono state le pagine iniziali dove è molto forte l’ombra della politica spagnola che ammetto non essere stata per nulla di mio gusto.
Ma poi passato questo momento di smarrimento mi sono tuffata avida sulle pagine e nelle storie, che in un gioco di colori, da quelli sgargianti degli adolescenti Elisa e Tono a quelli più tenui degli adulti, mi hanno fatta sentire parte di un piccolo mondo.

Ho però trovato all’interno del romanzo piccoli refusi, che di certo non sminuiscono il lavoro dell’autrice ma che ad un lettore attento non sfuggono.

Un libro che devo ammettere credevo diverso, che mi è piaciuto ma con qualche remora.

Alla prossima
Chicca

Precedente Recap Marzo 2018 Successivo I bambini di Escher

4 thoughts on “La posta del cuore della Senorita Leo

  1. Mhm interessante devo dire. Non lo conoscevo.
    Entrare in sintonia con un’altra cultura è poi difficile quindi complimenti per aver aver tentato qualcosa di diverso

Lascia un commento

*