La spia del mare

La spia del mare
di Virginia De Winter
Buongiorno Lettori,
ma che bel freschino che c’è in questi giorni non trovate? Quando sono in giro mi si ghiaccia talmente la faccia che non mi serviranno lifting per tenermi giovane visto che ormaisono quasi ibernata.
Questa mattina vi racconterò di un romanzo ambientato nella Venezia del 1700, che ha per protagonista una spia inglese dalle mille risorse.

la spia del mareDescrizione
È il 1741. Mentre la scintillante e cosmopolita Repubblica di Venezia si prepara per le celebrazioni del Carnevale, una spia inglese di nome Cordelia Backson si mette sulle tracce di un feroce gruppo di assassini che celano la loro identità dietro le maschere della Commedia dell’Arte. Cordelia è bella e pericolosa, in grado di maneggiare ogni tipo di arma, esperta di combattimento e di intrighi politici, ma ancora ignora che qualcuno progetta la distruzione della Serenissima. E che l’uomo a capo di questo efferato complotto è profondamente legato alla sua vita e a quella di ogni singolo componente della sua famiglia – i Giustinian. Sarà proprio ricostruendo ciò che è accaduto in passato che Cordelia si troverà a sciogliere gli enigmi che coinvolgono i suoi genitori e la sua gemella Cassandra. Ma a tormentarla c’è anche altro: Cassian D’Armer, un giovane uomo alto e bruno di sconvolgente bellezza, il cui sguardo fiero e cupo intimidisce chiunque tenti di avvicinarlo e che il caso ha messo sulla sua strada. Sarà Cassian ad accompagnarla nella sua missione insieme a tre amici: Alain de Mortemart, un aristocratico francese fuggito dalla corte di Versailles, il giovane abate Giacomo Casanova, libertino impenitente, e un nobile spagnolo in esilio volontario. Nessuno di loro è un cittadino gradito alla Repubblica, ognuno nasconde terribili segreti, ma, quando il pericolo incomberà su Venezia, il Doge non esiterà a reclutarli come spie…

Recensione
Eccentrica, variopinta e libertina. Venezia è questo e molto altro nel 1741. Tra le sue calli possiamo incrociare i personaggi più affascinanti e pittoreschi, nei sontuosi palazzi dell’aristocrazia, dame e cavalieri in un turbinio di abiti, trine e tricorni, chiacchierano, danzano e si amano. Ma nascoste nell’ombra le famose maschere della commedia dell’Arte tramano per ordire un piano malvagio.
Cordelia Backson spia inglese e figlia di un nobile veneziano è sulle loro tracce per fermare il burattinaio che tira le fila di uomini e donne dagli oscuri segreti.
Accanto a lei un poker maschile di tutto rispetto. Cassian D’Armer promesso sposo di sua sorella, Alain de Mortemart aristocratico francese dalle peculiari doti, un giovanissimo e galante Giacomo Casanova e Manuel de Guzman un nobile spagnolo.

La tenebra del Re di Picche e la magia oscura del Re di Fiori, un facoltoso Re di Quadri e il fascino del Re di Cuori. Li aveva visti insieme, avvicinarsi, legarsi. Confondere i loro spettri e i loro fantasmi, un buio troppo profondo per non celarlo dietro un sorriso.

Romanzo avvincente e intrigante, mi ha completamente rapita grazie ad una scrittura ricca di particolari e descrizioni dettagliate sia dei personaggi che della stessa Venezia.
La storia è un susseguirsi di emozionanti avventure che coinvolgono l’intrepida Cordelia e i quattro uomini che la affiancano. Non riuscivo a staccarmi dalle pagine, mi sentivo sotto l’incantesimo della penna della De Winter che ha saputo creare davvero una storia notevole.

Una piccola critica devo farla però ad alcuni episodi che vedono insieme Cordelia e Cassian le cui descrizioni sono a mio parere eccessivamente lunghe, ma questo è puro gusto personale.

Concludo dicendo che La spia del mare è un romanzo che sicuramente consiglio e ringrazio moltissimo Cecilia del Blog La sala dei lettori inquieti per avermelo fatto conoscere.

Chicca

Precedente Fangirl Successivo La voce nascosta delle pietre

8 thoughts on “La spia del mare

  1. Rosa Campanile il said:

    Lo sto leggendo in questi giorni! *o* Hai ragione, la penna della De Winter cattura, e pensare che avevo paura fosse troppo arzigogolata XD PEr il momento sono arrivata a metà, non vedo l’ora di scoprire cosa succederà adesso!!!

    • librintavola il said:

      si confermo, anche io avevo la stessa paura invece mi son dovuta ricredere. è stata davvero una lettura affascinante.
      aspetto poi la tua recensione.
      Ciao Rosa <3

    • librintavola il said:

      Chiara per me era il primo libro che leggevo di questa autrice e mi è piaciuto. adesso dovrò recuperare anche gli altri 🙂
      consigli?

      • Chicca la saga Black Friars!!! Io sto facendo una (ri)lettura di gruppo, per me è la terza volta che lo leggo, è una meraviglia! Sono lunghetti ma è meravigliosa. Il primo è l’ordine della spada, te lo straconsiglio, oltretutto ormai sei abituata allo stile suo

        • librintavola il said:

          bene segno anche questi allora!
          per ora vado di libro sparpagliato poi alternerò quelli della ruota delle letture e quelli il frtr e infine proverò a leggere Cinder dopo ci sarà ancora la De winter 😀
          speriamo di farcela

Lascia un commento

*