Tutto in una notte

Tutto in una notte
di Silvia Casini

Buongiorno Lettori,
Come state? Io abbastanza bene e come avevo accennato alcuni giorni fa sono quasi in pari con gli articoli da pubblicare sul blog ed infatti questa mattina vorrei fare un ulteriore passo avanti e raccontarvi del libro che avevo un attimino lasciato indietro per diversi motivi.

L’autrice di “Tutto in una notte” Silvia Casini, che io ringrazio moltissimo, mi ha inviato alcune settimane fa una copia del suo romanzo da leggere e recensire, cosa che come sapete io faccio più che volentieri nei limiti delle mie possibilità.
Prima di parlarvi del libro però vorrei spendere due paroline su Silvia, con cui ho avuto modo di chiacchierare e scambiare opinioni in merito al mio lavoro di blogger ed al suo di scrittrice. Trovo che sia una persona molto carina ed intelligente e spero davvero di poterla nuovamente ospitare su Librintavola, quindi restate in linea e tenetela d’occhio!

E adesso parliamo un po’ del romanzo …

Cover libroDescrizione
Maya si risveglia in una stanza d’ospedale. Non ricorda nulla di quello che le è successo nelle ore o nei giorni precedenti, ha perso completamente la cognizione del tempo e dello spazio. Non ricorda nulla neanche di quella maledetta notte e della gita nei dintorni di Sligo, Irlanda, durante la quale sono morti tutti i suoi compagni d’avventura. Per aiutarla a superare il trauma di quella notizia sconvolgente, i genitori decidono di farle cambiare vita trasferendosi a New York. Cosa è successo quella notte? Cosa significano quelle visioni incomprensibili? Perché il ricordo continua a perseguitarla anche a chilometri e a mesi di distanza?

Recensione
Contea di Sligo, Irlanda, 4 ragazzi decidono di tuffarsi in una avventura, forti della loro giovinezza e del loro coraggio. Solo una di loro farà ritorno.
Maya è l’unica sopravvissuta del suo gruppo di amici, non ricorda nulla di quello che è successo ma da quel maledetto giorno il suo sonno è popolato da incubi. Cosa è reale, cosa è fantasia?
I suoi genitori decidono dare un taglio netto con ciò che è accaduto e si trasfericono nella grande mela, ma New York è così diversa dai luoghi a cui Maya era abituata, al verde dell’Irlanda ed ai suoi profumi e fa molta fatica ad ambientarsi. Purtroppo gli incubi continuano ed oltre ad essi la nostra giovane donna comincia ad avere delle visioni. Cosa succede? Perchè le vittime di un brutale assassino si mostrano a lei?
Troverà conforto nell’amicizia di un ragazzo che sembra comprenderla senza dire nulla e cercherà di scoprire quale mistero si annida dietro quelle immagini improvvise.

Tutto in una notte è un romanzo con molto potenziale ma non pienamente sfruttato, la trama è davvero molto interessante ma ci sono purtroppo alcuni particolari che non mi hanno del tutto convinta.
A mio modesto parere i personaggi di contorno sono troppi rendendo in questo modo faticosa la lettura. La storia stessa sembra inoltre viaggiare su due binari paralleli. Da un lato ci sono le visioni e i frammetari ricordi della notte in cui hanno perso la vita gli amici di Maya, dall’altro invece c’è la vicenda che racconta di alcuni eventi accaduti a New York e che coinvolgono loro malgrado la ragazza. Le due narrazioni però fanno fatica ad incrociarsi ed in questo modo risultano slegate tra loro. Inoltre la ripetizione di alcune situazioni, delle quali non vi dirò nulla perchè non mi piace fare spoiler, penalizzano il racconto.

Nota di merito invece va al finale che è sicuramente la parte forte dell’intero romanzo, ribalta tutto, chiude un cerchio in maniera assolutamente brillante ed aggiunge quell’aura di mistero che veniva a mancare nella parte centrale.

Un romanzo riuscito a metà che però con qualche piccolo accorgimento può di certo migliorare.

Cara Silvia, ti aspetto con il tuo prossimo lavoro!

Alla prossima
Chicca

Precedente W…w…w Wednesday #7 Successivo Novità in libreria - Febbraio 2017

Lascia un commento

*