La vetrina degli scrittori #25 – Alessio Del Debbio

La vetrina degli scrittori #25
Alessio Del Debbio

Buongiorno cari Lettori,
dopo una lunga assenza riesco finalmente a riprendere in mano la Vetrina degli Scrittori dove vi parlo di autori emergenti che vengono a tenerci compagnia ed a presentarci i loro lavori.
Quest’oggi ospito Alessio Del Debbio con cui ho avuto modo di chiacchierare negli scorsi mesi, ma che causa i troppi impegni, miei, non ero ancora riuscita a presentarvi per bene.

Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.
Ed oggi in particolare voglio darvi qualche notizia sul suo ultimo romanzo:

Titolo libro: LA GUERRA DEI LUPI
Saga: ULFHEDNAR WAR
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Edizioni Il Ciliegio
Genere: fantasy contemporaneo
Formato: cartaceo
Pagine: 412
Prezzo: 19,50 euro
Data di uscita: 8 giugno 2017

Trama:
Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.

«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»

Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.

Estratto:
«A nessun uomo dovrebbe essere concesso di vivere così a lungo, di non provare la malattia né la vecchiaia, di pretendere di essere un Dio. È la brevità, assieme all’impossibilità di averne una seconda, ciò che rende la vita un bene prezioso, degna di essere vissuta in ogni attimo. Se invece la morte diventa uno spauracchio per bambini e l’esistenza infinita, allora non è più vita. È banalità. È immeritata sopravvivenza. È trascinarsi di giorno in giorno senza sapere perché». (Johanna)

Link acquisto:
Amazon: https://www.amazon.it/dp/8867714104/
Ibs: https://www.ibs.it/ulfhednar-war-guerra-dei-lupi-libro-alessio-del-debbio/e/9788867714100
Mondadori Store: http://www.mondadoristore.it/Ulfhednar-war-guerra-dei-lupi-Alessio-Del-Debbio/eai978886771410/
Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/ulfhednar-war-guerra-lupi-debbio/libro/9788867714100
La Feltrinelli: http://www.lafeltrinelli.it/libri/alessio-debbio/ulfhednar-war-guerra-lupi/9788867714100

Breve intervista

Ciao Alessio,
benvenuto su Librintavola, ti ringrazio fin da ora per aver accettato di rispondere ad alcune mie piccole curiosità sul tuo lavoro di scrittore.
Raccontaci da dove nasce il tuo amore per la scrittura? E’ una passione che ti porti dietro da bambino, qualcuno ti ha guidato in questo cammino oppure …?

Buongiorno Chicca e grazie per l’ospitalità!
Fin da bambino ho sempre avuto la passione per la lettura e soprattutto per creare mondi. Mi divertivo molto, assieme agli amici, a inventare storie, finali diversi, nuove avventure dei nostri eroi di infanzia, o anche mondi fantastici completamente nuovi dove vivere le nostre storie. Col tempo, la passione è rimasta e ad essa si è affiancata anche la necessità di raccontare qualcosa, di fissare su carta pensieri, ricordi e emozioni, anche soltanto frasi sparse rincorse per caso, tutte bozze che piano piano sono diventate storie compiute, i miei primi racconti e romanzi.

A cosa ti ispiri per i tuoi lavori?

Per l’aspetto fantastico mi ispiro alla mitologia, in particolare alla mitologia nordica per Ulfhednar War e per il libro successivo. Ma mi piace anche giocare con la Storia, per cui nei miei lavori si incontrano fonti diverse, mitologie o folkloristiche locali, rielaborate in modo da creare una trama originale. C’è molta attenzione al territorio, in particolare toscano, sia nella scelta dei luoghi che delle tradizioni popolari.

C’è un libro a cui sei particolarmente affezionato? Non necessariamente uno dei tuoi.

Dei miei sono affezionato a tutti. Quando esce un mio nuovo libro dico sempre: ah questo, lo adoro, è il mio libro. E lo ripeto ogni volta! ^_^

Tra i libri non miei, sono affezionato a Lo Hobbit perché è stato il primo libro che ho letto, fumetti e storie per bambini a parte, quando ero alle medie. Da lì è stato amore a prima vista per il fantastico! In termini recenti invece mi sono innamorato della saga Albion, di Bianca Marconero, e scalpito per avere un nuovo libro da leggere!

Dei personaggi che hai creato per i tuoi libri, ce n’è uno nel quale si rispecchia il tuo carattere? E invece quello che è più distante da te?

Uhm, bella domanda. In ogni personaggio c’è qualcosa di me, un aspetto del carattere o una passione che ho voluto condividere con loro. Ad esempio Francesca, la protagonista di Favola di una falena, ama scrivere e tiene un diario dove raccoglie pensieri e emozioni, sperando un giorno di farne un libro. Forse tra tutti è Ascanio, il protagonista di Ulfhednar War, che mi somiglia di più: anche lui è introverso, sta bene con il naso tra i libri, fuori dal mondo, ne esce soltanto per stare con gli amici, la sua cerchia di affetti che si porta dietro da anni e con cui ha condiviso la vita.

Quello più distante? Uhm, ti direi Dominic, sempre da Ulfhednar War, perché non ama il sovrannaturale. Dico io, ma si può? ^^

Chi è il tuo primo lettore, quello a cui fai leggere la tua storia prima di tutti gli altri?

La mamma è sempre la prima lettrice! E poi ho un gruppetto scelto e piuttosto eterogeneo di beta-reader, in grado di darmi consigli e opinioni, e magari qualche appunto per migliorare la trama delle mie storie.

Invece per le tue prossime uscite ci puoi anticipare qualcosa? Qui siamo tutti curiosi!

Al momento sono impegnatissimo con la promozione di “Ulfhednar War – La guerra dei lupi”, romanzo fantastico ambientato in Toscana ai giorni nostri. Il libro ha una sua conclusione, sebbene faccia parte di un progetto più ampio, una trilogia. A novembre, invece, uscirà un urban fantasy ambientato in una Berlino alternativa, dove il sovrannaturale fa parte della vita quotidiana degli uomini, anch’esso ispirato alla mitologia germanica. E a febbraio uscirà la nuova edizione di un mio vecchio libro, per cui di cose da leggere ce ne sono! 🙂

Siamo arrivati alla fine della nostra intervista, ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto e lascio a chi ci legge un po’ di tuoi contatti così che possano venire a conoscerti ancora meglio:

Grazie per l’ospitalità! E che i lupi siano sempre con voi!
Pagina Facebook “I mondi fantastici – Alessio Del Debbio”: https://www.facebook.com/alessio.deldebbio/
Sito autore: www.alessiodeldebbio.it
Blog “i mondi fantastici”: www.imondifantastici.blogspot.it
Twitter autore: https://twitter.com/ADelDebbio

A presto!
Chicca

Precedente Recap di Agosto 2017 Successivo 9 Novembre

2 commenti su “La vetrina degli scrittori #25 – Alessio Del Debbio

Lascia un commento

*