Il regalo più grande

Il regalo più grande
di Jenny Hale

il regalo piu grande
il regalo piu grande

Descrizione
Allison Richfield, single trentaduenne con un diploma in pedagogia e un passato da tata, ha appena ottenuto un nuovo impiego come direttrice di una dimora storica di gran lusso, e ora è raggiante. Nonostante l’edificio sia in vendita, nell’attesa di un acquirente dovrà gestire le faccende quotidiane e, soprattutto, occuparsi dell’organizzazione delle feste natalizie dei proprietari. Con uno stipendio da capogiro e un intero team a disposizione, quanto potrà essere difficile? Lo scoprirà quando incontrerà i Marley… Il primogenito, Robert, è uno schianto, peccato sia anche gelido come la neve. E poi ci sono suo fratello Kip, playboy incallito che non perde occasione per flirtare, e Sloane, la sorella, che irrompe in casa per le feste con un divorzio e dei bagagli griffati sulle spalle. Per non parlare della nonna ultranovantenne, Pippa, che trascorre le giornate brontolando a bordo del suo scooter elettrico. Ma Allie non demorde: organizzerà delle feste che la famiglia Marley non potrà dimenticare facilmente… anche se per farlo le servirà tutta la magia del Natale!

Recensione
Avevo prenotato questo libro in biblioteca circa 4 mesi fa perchè ispirata dal periodo natalizio che si avvicinava e di cui questo romanzo mi sembrava pieno. Purtroppo sono riuscita ad averlo solo la scorsa settimana e al momento siamo ben lontani dalle atmosfere tutte decorazioni scintillanti e slitte di Babbo Natale, ma come sapete queste sottigliezze non mi creano grandi problemi quindi tutta felice di rivivere per qualche ora la magia del Natale mi sono buttata a capofitto nella lettura.

Allie ha appena concluso un lavoro che durava da ben 11 anni e si ritrova a dover tornare a casa dalla madre in attesa che venga fuori qualcosa di nuovo. Sua sorella Megan, agente immobiliare invece nel giro di pochissimo riesce a trovarle un nuovo impego come direttrice di una antica dimora in procinto di essere venduta.
La dimora in questione, Ashford, appartiene da diverse generazioni alla famiglia Marley di cui Robert il proprietario ne ha deciso la vendita nonostante il parere contrario della nonna Pippa e dei suoi fratelli Kip e Sloane.
Allie si affeziona molto sia alla casa sia alla famiglia Marley, si innamora di Robert ma esce con Kip. Una situazione alquanto confusa che si concluderà con il classico lieto fine.

Se dovessi dare un unico giudizio sul romanzo, la parola che userei sarebbe PIATTO.
Ma piatto non con come un bel piatto di pasta fumante, ma come un piatto vuoto senza nulla dentro che ne giustifichi la presenza.
La scrittura noiosa e alle volte inverosimile si incentra sulla vita in casa Marley tutta fatta di disposizioni alla servitù, telefonate interrotte ed email tra Allie e Robert.
I personaggi sono caratterizzati malissimo, sia per quanto riguarda l’aspetto fisico – Kip ha i capelli biondicci e Allie è castana con gli occhi castani, di più non si sa – sia per il carattere stesso dei personaggi Kip è un bambinello un po’ troppo cresciuto, Robert bho! in più di 200 pagine non lo si riesce ad inquadrare, Allie si definisce pettegola (io direi che la parola adatta sia curiosa) e Sloane viene liquidata in tre parole come una piagnucolona.
Insomma da quanto avete letto un disastro su tutta la linea. 🙁
Pazienza tanto ormai sono gia conscentrata sul prossimo libro!
A presto
Chicca

Precedente Liebster Award 2015 - Parte seconda Successivo Innamorarsi, istruzioni per l'uso

Lascia un commento

*