La ragazza nella nebbia

Dopo anni ad aspettare che mio marito mi regalasse un libro, finalmente lo scorso Natale si è deciso e me ne ha presi ben tre scelti solo in funzione dei titoli e delle cover – ahahahahah – il primo di cui vorrei parlarvi è La ragazza nella nebbia di Carrisi.
Devo confessare di non aver mai letto nulla di suo, sono pentita lo giuro soprattutto dopo aver scoperto che tanti Blog che seguo ne parlano più che bene ma ne sono pentita anche perchè il suo stile mi è piaciuto e mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine. Se siete curiosi continuate a leggere 🙂

La ragazza nella nebbia
di Donato Carrisi

la ragazza nella nebbiaDescrizione
La notte in cui tutto cambia per sempre è una notte di ghiaccio e nebbia ad Avechot, un paese rintanato in una valle profonda fra le ombre delle Alpi. Forse è stata proprio colpa della nebbia se l’auto dell’agente speciale Vogel è finita in un fosso. Un banale incidente. Vogel è illeso, ma sotto shock. Non ricorda perché è lì e come ci è arrivato. Eppure una cosa è certa: l’agente speciale Vogel dovrebbe trovarsi da tutt’altra parte, lontano da Avechot. Infatti, sono ormai passati due mesi da quando una ragazzina del paese è scomparsa nella nebbia. Due mesi da quando Vogel si è occupato di quello che, da semplice caso di allontanamento volontario, si è trasformato prima in un caso di rapimento e, da lì, in un colossale caso mediatico. Perché è questa la specialità di Vogel. Non gli interessa nulla del dna, non sa che farsene dei rilevamenti della scientifica, però in una cosa è insuperabile: manovrare i media. Attirare le telecamere, conquistare le prime pagine. Ottenere sempre più fondi per l’indagine grazie all’attenzione e alle
pressioni del “pubblico a casa”. Santificare la vittima e, alla fine, scovare il mostro e sbatterlo in galera. Questo è il suo gioco, e questa è la sua “firma”. Perché ci vuole uno come lui, privo di scrupoli, per far sì che un crimine riceva ciò che gli spetta: non tanto una soluzione, quanto un’audience. Sono passati due mesi da tutto questo, e l’agente speciale Vogel dovrebbe essere lontano, ormai, da quelle montagne inospitali. Ma allora, cosa ci fa ancora lì?

Recensione
Giuro che è la prima volta che leggo un romanzo in cui il protagonista principale vuole essere una PRIMA DONNA ed è dannatamente odioso, Vogel questo è il suo nome è un agente speciale, sfrutta i media per montare i suoi casi e grazie a prove indiziarie cerca di svelare crimini più per rimpinguare il suo ego che per consegnare alla giustizia il vero colpevole. Con i suoi begli abiti di sartoria e gemelli preziosi cattura l’attenzione del pubblico beandosi della fama che ne scaturisce.

Ma tutto questo lo si scopre addentrandosi nei meandri della scrittura intrigante e misteriosa di Carrisi, che racconta della sparizione della giovanissima Anna Lou ad oltre 60 giorni di distanza dall’evento, dove troviamo un Vogel confuso e sporco di sangue al cospetto dello psicologo Flores che cerca di capire se l’agente speciale stia mentendo oppure l’incidente in cui è accorso lo abbia lasciato in stato di shock.

Nel corso del romanzo viene ricostruita tutta la vicenda in due spazi temporali diversi, quello appena successivo alla sparizione della ragazzina e quello del dopo incidente stradale di Vogel.
Ne viene fuori un quadro tremendamente reale che mi sembrava il replicarsi di più storie che negli ultimi anni si sono avvicendate sulla criminale scena italiana.
Sono rimasta incollata alle pagine perchè sul serio non sapevo dove DC volesse andare a parare e l’unica cosa che mi è apparsa chiara ad un certo punto della narrazione è stato il secondo colpo di scena finale, che per una appassionata di thriller come la sottoscritta era abbastanza palese, ma ciò non ha tolto piacere al concludersi della storia.

Adesso non devo fare altro che recuperare gli altri suoi libri … Suggerimenti?

Chicca

Precedente La vetrina degli scrittori #10 - Monica Brizzi Successivo W…w…w Wednesday #3

4 commenti su “La ragazza nella nebbia

  1. Non posso darti suggerimenti perchè, ahimè, nemmeno io ho letto i libri di Carrisi, questo mi intriga e mi è stato regalato, quindi sarà una delle mie prossime letture. Speriamo piaccia anche a me!

Lascia un commento

*