5 Blogger per un autore #10 – Margherita Oggero

5 Blogger per un autore #10 – Margherita Oggero

Buongiorno a tutti carissimi Lettori,
nuovo con la rubrica 5 Blogger per un autore che per chi non lo sapesse mette ben 5 lettrici accanite, nonchè blogger, di fronte ad un autore/autrice comune.
Chi siamo? Io spero che ci conosciate già tutte ma per chi ancora non sapesse di noi eccoci qui, tutte insieme io, Daniela del blog Un libro per amico, Baba del blog Desperate Bookwife, Ombretta del blog Ombre di Carta e Chiara del blog La lettrice sulle nuvole.
Ospite della nostra Rubrica Margherita Oggero, autrice che non avevo mai letto prima d’ora quindi per me doppia sfida!

La vita è un Cicles
di Margherita Oggero

Descrizione
In una gelida mattina d’inverno, nel retro dell’Acapulco’s, uno dei peggiori bar di Torino, viene ritrovato un morto ammazzato. Chi è? Ma soprattutto, chi l’ha fatto fuori, e perché? Massimo, giovane laureato in Lettere che per sbarcare il lunario prepara panini e scongela brioches precotte, non sa nulla di quel cadavere con la faccia spappolata, così come sembra non saperne niente neppure Gervaso detto Gerry, il figlio del padrone del bar, un ragazzotto non proprio sveglio, più interessato a conquistare la bella Sabrina che a fare fatica dietro al bancone… A dirigere le indagini con la sua squadra c’è il commissario Gianmarco Martinetto, un poliziotto dal carattere ruvido e apparentemente scostante come la sua città, che deve rimboccarsi le maniche per risolvere questo intricato caso in cui le piste investigative si confondono e si sovrappongono. Dietro l’omicidio c’è forse la mano di una misteriosa mafia veneta che ha il controllo della periferia torinese? Oppure è uno spietato regolamento di conti per una faccenda di droga, o prostituzione? E chi è veramente Gilda, femme fatale che fa perdere la testa a Massimo, bravo ragazzo più a suo agio con le versioni di latino che con i sentimenti?

Recensione
Un mattino di buon’ora il giovane e brillante Massimo scopre nel retro del bar dove lavora un cadavere. Lascia tutto intatto, avvisa la polizia e mette in moto una serie di eventi che coinvolgeranno moltissime persone a partire dal proprietario del bar, passandro per la polizia fino ad arrivare ad un vecchio un po’ burbero ma molto acuto.

Romanzo corale che vede come location una Torino con pregi e difetti, La vita è un cicles è un romanzo piacevole che si legge con leggerezza e velocità. L’indagine attorno a cui gira il romanzo alterna momenti interessanti ed altri meno ma di sicuro con una buona linearità.

I personaggi, almeno quelli principali, sono tutti ben descritti e tra tutti è proprio Massimo quello che più ho trovato accattivante, con il suo amore per le lettere antiche, il suo modo di fare un po’ da sfigato, e le interazioni con sorella e genitori.

Ho trovato alcune divagazioni inutili ai fini della storia che mi hanno un filo annoiata, tipo la vita sentimentale dell’ispettore che segue le indagini, altre invece le avrei volute più approfondite.

Il finale è uno di quelli agrodolci che a mio avviso si adattano alla storia ma che comunque non renderanno felici i lettori perchè lascia un gusto amaro che si sperava non ci fosse.

Chicca

2 Risposte a “5 Blogger per un autore #10 – Margherita Oggero”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.